Pioggia, neve e forte vento. Lo stato di attenzione resta in vigore in Veneto

Il Centro Funzionale Decentrato della Regione corre ai ripari, al fine di garantire un monitoraggio costante della situazione e la massima prontezza operativa del sistema di Protezione Civile

Maltempo sul Garda - Foto di una lettrice

Le condizioni meteo attese in Veneto, dopo il maltempo e i disagi delle scorse ore, hanno spinto il Centro Funzionale Decentrato della Regione a correre ai ripari, al fine di garantire un monitoraggio costante della situazione e la massima prontezza operativa del sistema di Protezione Civile. 

Lo stato di attenzione (da riconfigurare, a livello locale, in fase di preallarme/allarme, a seconda dell’intensità dei fenomeni) per criticità idrogeologica è stato dichiarato dunque dalle ore 14 di domenica 5 alle ore 8 di lunedì 6 maggio nei seguenti bacini:

  • Vene-A, (Alto Piave, provincia di BL);
  • Vene-H, (Piave Pedemontano, province di BL e TV);
  • Vene-B, (Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone, province di VI, BL, TV, VR);
  • Vene-E, (Basso Brenta-Bacchiglione, province di PD, VI, VR, VE, TV);
  • Vene-F, (Basso Piave, Sile e Bacino scolante in laguna, province di VE, PD, TV). 

Lo stato di attenzione per criticità idraulica rete principale (da riconfigurare, a livello locale, in fase di preallarme/allarme, a seconda dell’intensità dei fenomeni nel bacino idrografico Vene-E) resterà invece operativo dalle ore 14 del 5 maggio alle ore 23 di lunedì 6. 

VALUTAZIONE DELLA SITUAZIONE IDROGEOLOGICA ED IDRAULICA - Il livello idrometrico delle aste dei fiumi Bacchiglione e Guà nelle sezioni di pianura è previsto in crescita nelle prossime ore.
Il possibile verificarsi di rovesci o temporali localmente anche intensi, potrebbe creare disagi al sistema fognario e lungo la rete idrografica minore. Si segnala la possibilità d'innesco di fenomeni franosi superficiali sui versanti e la possibilità di innesco di colate rapide specie nelle zone di allertamento di Vene-A, Vene-H, Vene-B.
L'allerta gialla prevista per rischio idrogeologico terminerà come previsto dal precedente avviso alle ore 8 di domani 6 maggio 2019.

LE PREVISIONI ARPAV - Oggi, domenica 5, sono attese precipitazioni estese anche con rovesci e temporali, accumuli consistenti e localmente abbondanti, quota neve in prevalenza a 600-800 metri; venti da nord-est spesso forti in alta montagna specie sulle Prealpi e a tratti pure sulla pianura.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Con il dottor Claudio Zorzi dell'ospedale di Negrar l'Ortopedia veronese ai vertici in Italia

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 15 al 17 novembre 2019

  • Operato a Verona, un paziente ringrazia: «Ho finalmente rivisto la luce»

  • Guai per una cooperativa: scovati 240 lavoratori irregolari e 7 in "nero"

  • È di Stallavena il secondo panettone artigianale più buono d'Italia

  • Senza cinture al momento dello scontro: grave la bimba, indagata la madre

Torna su
VeronaSera è in caricamento