L'istituto San Zeno crea e dona a Verona 8 dispositivi per monitorare l'aria

L'assessore all'ambiente Ilaria Segala: "Gli strumenti saranno tarati per essere utilizzati con le centraline Arpav presenti sul territorio e, successivamente, verranno impiegati specificatamente nell'area di Verona Sud"

L'assessore Segala riceve un dispositivo

Sono stati consegnati all'assessore all'ambiente del Comune di Verona Ilaria Segala gli otto dispositivi portatili per il monitoraggio della qualità dell'aria realizzati dall'istituto salesiano San Zeno nell'ambito del progetto europeo Looper. Il progetto ha l'obiettivo di migliorare i processi di co-progettazione all'interno del governo urbano e della pianificazione, attraverso una metodologia partecipata, e oltre a Verona ha coinvolto Bruxelles e Manchester.

L'istituto San Zeno è risultato vincitore di un bando di gara indetto dal Comune per l'affidamento di servizi e forniture finalizzati al monitoraggio della qualità dell'aria. I dispositivi, realizzati con la piattaforma hardware programmabile "microcontrollore Arduino", consentono la misurazione di alcuni parametri sulla qualità dell’aria, in particolare, il biossido di azoto, il monossido di carbonio ed altri elementi come il metano e le condizioni ambientali di temperatura e umidità. I sensori sono stati realizzati dalla classe 5a E del settore Energia e Termotecnica, sotto la guida dei docenti Michele Tratto e Gianluca Grifalconi, per la parte operativa e di progettazione, e Carlo Maria Maestri per la parte di programmazione di Arduino.

Il coinvolgimento degli istituti scolastici nel progetto Looper - ha spiegato l'assessore Segala - ha permesso ai ragazzi di sentirsi impegnati in una realtà concreta, oltre che di avvicinarsi ai temi dell'inquinamento atmosferico e alla sostenibilità ambientale. Gli strumenti realizzati saranno tarati per essere utilizzati con le centraline Arpav presenti sul territorio e, successivamente, verranno impiegati specificatamente nell'area di Verona Sud per il monitoraggio dell'aria. Inoltre, grazie ad una app appositamente sviluppata dai ragazzi, i dati rilevati saranno sempre accessibili ed immediatamente visibili.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

studenti-dispositivi-monitoraggio-aria-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come si è sviluppato il nuovo focolaio in Veneto che tocca da vicino anche Verona?

  • Nuovo focolaio di Covid-19 nel Vicentino, al confine con Verona e Padova

  • Maltempo atteso a Verona: il Comune invita i cittadini a limitare gli spostamenti

  • Auto in fiamme dopo lo scontro con un autocarro: morta una donna

  • Morto in A22 a 37 anni: scoppiate le gomme posteriori, il furgone è diventato incontrollabile

  • Coronavirus: in Veneto nuovi casi positivi e ricoveri, 4 morti di cui 3 sono a Verona

Torna su
VeronaSera è in caricamento