Italpollina di Rivoli, indagine della Provincia: odori oltre i limiti stabiliti

Il settore Ambiente della Provincia di Verona ha emesso un provvedimento che impone all'impresa di presentare entro il 15 aprile un piano di contenimento odori, che dovranno rientrare nei limiti entro il 15 maggio

Manifestazione contro la puzza di Italpollina (Foto di repertorio)

La presentazione di un piano per il contenimento degli odori e per il ripristino dei luoghi. È ciò che ha ordinato la Provincia di Verona in seguito all'indagine olfattometrica sulle emissioni dell'impianto di Italpollina a Rivoli Veronese. L'indagine olfattometrica ha rilevato, infatti, valori superiori ai parametri stabiliti dall'autorizzazione unica ambientale.

Il settore Ambiente della Provincia ha perciò emesso un provvedimento che impone all'impresa di presentare entro il 15 aprile un piano di contenimento odori, che dovranno rientrare nei limiti autorizzati non oltre il 15 maggio, come stabilito nella conferenza dei servizi di fine febbraio con Arpav e Comune. Il progetto dovrà tener conto dei risultati delle indagini nelle zone dove emergono gli sforamenti e l'azienda dovrà prevedere anche la chiusura su tutti e quattro i lati dell'intera area di conferimento e deposito della pollina.
Inoltre l'impresa sarà tenuta a presentare un piano di ripristino dello stato dei luoghi, in particolare delle aree interessate in passato dal trattamento delle acque di scarico, ovvero la zona di stoccaggio della pollina e l'impianto di fitodepurazione. Ciò dovrà avvenire secondo le indicazioni che fornirà il Comune di Rivoli.

Potrebbe interessarti

  • Capelli verdi dopo il bagno in piscina? Ecco le cause e i rimedi fai da te

  • I 7 segreti per un'abbronzatura perfetta anche dopo le vacanze

  • Abito sottoveste: il capo must have che non passa mai di moda

  • "Benvenuto": il nuovo vademecum su come affrontare i primi due anni del bebè

I più letti della settimana

  • Una meteora solca i cieli di Verona: il video girato a Borgo Trento

  • Jeremy Wade pronto a svelare il mistero di "Bennie", il mostro del lago di Garda

  • Turismo a Verona, Tosi: «In calo. L'assessore Briani ammetta le sue colpe»

  • Maestre diplomate ma non laureate, a Verona centinaia rischiano il posto

  • Frontale tra auto sul lago: morta una persona e altre due rimaste ferite

  • La donna non cede al ricatto e lui pubblica sui social le sue immagini "hot"

Torna su
VeronaSera è in caricamento