Visita privata di Sgarbi a Castelvecchio, interrogazione di Bertucco e Benini

Il noto critico d'arte avrebbe chiesto e ottenuto di entrare nel museo scaligero al di fuori dell'orario di apertura

Vittorio Sgarbi (Foto di repertorio)

Vittorio Sgarbi non passa mai inosservato. Il deputato e critico d'arte è venuto in visita a Verona per la mostra Contemporanee/Contemporanei, ma anche per portare avanti il suo progetto di estensione del Mart di Rovereto nel capoluogo scaligero. Sgarbi, infatti, è anche presidente del Mart e la sua idea sarebbe quella di aprire uno spazio espositivo nel 2021 nella rinnovata cupola della ghiacciaia degli ex magazzini generali.

Ma la visita di Sgarbi non è passata inosservata anche per un episodio che sarebbe avvenuto ieri sera, 10 settembre. Il critico d'arte avrebbe chiesto di visitare una mostra allestita al museo di Castelvecchio al di fuori dell'orario di apertura. Una procedura possibile, però con l'obbligatoria presenza di una pattuglia della polizia municipale, come ricordato dall'assessore alla cultura Francesca Briani. Una presenza sgradita a Vittorio Sgarbi, il quale avrebbe scomodato anche il prefetto Donato Cafagna pur di rimuovere la pattuglia durante la sua visita.

Il fatto è al centro di un'interrogazione urgente presentata dai consiglieri comunali Michele Bertucco, di Verona e Sinistra in Comune e Federico Benini, del Partito Democratico. «L'incursione di Sgarbi, non nuovo a queste imprese plateali, avrebbe richiamato sul posto anche la polizia municipale rendendo incandescente un clima già abbastanza teso in considerazione dei trascorsi del Museo, finito nell’'occhio del ciclone per il recente furto internazionale di opere d'arte - scrivono i due consiglieri comunali - Vogliamo quindi sapere dall'amministrazione comunale se corrisponde al vero che il Museo di Castelvecchio sia stato aperto, la sera, dopo cena, in orario di chiusura, per consentire una visita privata a Vittorio Sgarbi; chi eventualmente abbia autorizzato questa apertura che non si può nemmeno definire straordinaria in quanto al di fuori di ogni protocollo; se c'è stato un intervento da parte della polizia locale e se siano state eventualmente irrogate delle sanzioni».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: l'Esu di Verona chiude «aule studio, ristoranti e zone pertinenti»

  • Morto a 53anni sulla A22: forse un colpo di sonno la causa dello schianto

  • Coronavirus. Dopo il chiarimento della Regione, ecco cosa è ammesso a Verona e cosa no

  • Musicista torna in Molise da Verona: «Per il coronavirus, prevenzione bassa»

  • Lessinia e Valpantena, ci sono offerte di lavoro ma sono senza risposta

  • Auto si schianta contro un tir sulla A22: perde la vita un uomo di 53 anni

Torna su
VeronaSera è in caricamento