Goletta dei Laghi, le analisi del Garda presentate insieme al collettore

Il progetto della nuova opera sarà illustrato insieme ai risultati della campagna di Legambiente sulla salute dei laghi italiani, che ha fatto tappa sul Garda

Collettore del Garda

Le condizioni del collettore che raccoglie le acque fognarie tra Malcesine e Peschiera, e in special modo lo stato delle condotte sub-lacuali tra le due sponde, costituiscono un potenziale rischio all'equilibrio ecologico del Garda. Per questo giovedì prossimo, 18 luglio, nella sede dell'Ordine degli ingegneri di Verona, in via Santa Teresa, si terrà una doppia presentazione. Saranno resi noti i risultati delle analisi delle acque del Garda da parte di Goletta dei Laghi di Legambiente e sarà illustrato anche il progetto del nuovo collettore delle acque reflue della sponda veronese del lago.

L'equilibrio deve essere assolutamente migliorato sia per il rispetto dell'ambiente nel quale viviamo e sia per la fonte di reddito che esso rappresenta per l'intera comunità gardesana, veronese e veneta - ha dichiarato il presidente dell'Ordine degli ingegneri di Verona Andrea Falsirollo - Sarà illustrato lo stato attuale delle progettazione generale dei sistemi di collettamento e depurazione sulle sponde veronesi e bresciane, dando spazio a un focus specifico sul nuovo progetto del collettore del Garda sulla sponda scaligera.

Il pomeriggio di giovedì sarà introdotto della presidente di Legambiente Verona Chiara Martinelli, cui seguirà la presentazione dell'architetto Lorenzo Albi, il quale mostrerà le analisi sulle acque del lago da parte di Goletta. Cristina Mosconi e Raffaello Boni parleranno rispettivamente delle qualità biologiche e chimico-fisiche delle rive del Garda, facendo luce su cosa c’era e cosa sia rimasto oggi, e di come si sia trasformato il paesaggio gardesano. L'illustrazione generale dello stato della progettazione del nuovo sistema di collettamento sulle sponde veronesi e bresciane spetterà invece al direttore generale di Ags, Carlo Alberto Voi, mentre l’ingegnere Michele Cimolini, coordinatore dell'area progettazione di Ags, andrà nello specifico del nuovo progetto del collettore fognario del Garda sulla sponda veronese.
Modera il convegno Roberto Penazzi, della commissione ambiente dell'Ordine degli ingegneri di Verona.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 15 al 17 novembre 2019

  • Maltempo a Illasi: «Situazione ancora critica, preoccupa il livello del Progno»

  • È di Stallavena il secondo panettone artigianale più buono d'Italia

  • Guai per una cooperativa: scovati 240 lavoratori irregolari e 7 in "nero"

  • Rapina finita nel sangue: chiude il centro del paese per ricostruire l'omicidio

  • McDonald’s: apre il ristorante di Bussolengo

Torna su
VeronaSera è in caricamento