Tre giorni di guida consapevole per gli studenti con "Giovani in Strada"

La nona edizione della manifestazione si terrà da giovedì 28 a sabato 30 novembre all'interno di Job&Orienta

 

Si è svolta mercoledì, nella Sala Arazzi del Comune di Verona, la conferenza stampa di presentazione della nona edizione di Giovani in Strada, l’iniziativa di educazione e sicurezza stradale organizzata dall’Automobile Club Verona con il patrocinio del Comune di Verona e la collaborazione con la Polizia Municipale, Polizia Stradale, Vigili del Fuoco, Ufficio Scolastico Provinciale, Centri di Guida Sicura ACI Sara, Acque Veronesi, ATV, AMIA oltre a Suzuki, Ducati e Sisalpay.
Erano presenti l’Assessore allo Sport del Comune di Verona Filippo Rando, il Presidente dell’Automobile Club Verona Adriano Baso e il Responsabile Commerciale Eddy Campanella, il Presidente di AMIA Bruno Tacchella, l'Ispettore dei Vigili del Fuoco Giovanni Tinazzi, il Presidente di Verona Strada Sicura Massimiliano Maculan, l'atleta veronese Andrea Conti recentemente vincitore del Giro d'Italia Handbike 2019, Mirko Bosetti di Ducati Verona e Poiega Michele della concessionaria F.lli Lovato Srl concessionaria Suzuki per Verona.

Dopo il successo delle ultime quattro edizioni, anche quest'anno l’iniziativa si terrà all’interno dell’evento fieristico Job&Orienta, da giovedì 28 a sabato 30 novembre, con un’offerta decisamente ampia che coinvolgerà gli oltre 75.000 ragazzi attesi a Veronafiere in una duplice attività di educazione e sicurezza stradale: gli stand didattici all'interno del Padiglione 6 e le prove pratiche di guida sicura nell'Area Esterna B.

Come negli anni precedenti, gli studenti di Verona e provincia e tutti quelli provenienti da ogni parte d’Italia potranno trovare le interessanti e formative aree didattiche allestite dall'Automobile Club Verona all'interno del Padiglione 6. I visitatori di Job&Orienta potranno cimentarsi con il simulatore di ribaltamento Audi Sport, dove istruttori esperti insegneranno le mosse per uscire da un'auto capovolta e i simulatori di guida ACI Ready2Go utilizzati nel metodo didattico delle scuole ACI per imparare la guida anche in maniera virtuale.

Importante spazio quello dedicato alle partecipate del Comune di Verona. AMIA allestirà un canestro da basket con pneumatici di riciclo dove i ragazzi dovranno cercare di fare centro utilizzando gli occhiali alcool-vista che simulano lo stato di ebbrezza. Proprio all'interno di questo spazio ottimamente allestito, venerdì 29 novembre alle ore 10.30 si terrà un momento dedicato alla stampa per presentare la collaborazione tra Automobile Club Verona e AMIA. Una collaborazione sempre all’insegna del rispetto dell’ecosistema, di un corretto riciclo dei materiali, dello sviluppo sostenibile. Una nuova cultura ambientale trasmessa ai ragazzi attraverso giochi, stand e materiale informativo appositamente ideati per il particolare contesto che lega il mondo delle auto e delle sue componenti a quello dei rifiuti e del coretto smaltimento e riuso degli stessi.

Anche l'Automobile Club Verona allestirà direttamente il percorso con gli occhiali alcool-vista al desk di accoglienza al centro dell'area di Giovani in Strada. I ragazzi dovranno completare un percorso a piedi che simula la circolazione stradale capendo le enormi difficoltà e rischi che si provano quando si guida in stato di ebbrezza.

ATV porterà come consuetudine uno dei suoi autobus che servirà da punto di appoggio per trasmettere il messaggio della mobilità sostenibile. In collaborazione con Starbars venerdì salle 9 alle 11 proprio il pullman ospiterà la finale del contest per le scuole alberghiere di Verona che si sfideranno a colpi di cocktail analcolici, come momento dell'iniziativa “Bere Responsabile”. Su questa linea anche la collaborazione con Acque Veronesi, che metterà a disposizione i dispenser di acqua per tutti i visitatori di Giovani in Strada 2019.

Stand interni al Padiglione 6 saranno poi quelli della Polizia di Stato e Polizia Municipale, con mezzi ed attrezzature in esposizione, Vigili del Fuoco, con le consuete attività di sensibilizzazione, Verona Strada Sicura, con il suo messaggio di corretto comportamento sulle strade di tutti i giorni e i corner dedicati a Suzuki e Ducati, partner dell'iniziativa per quanto riguarda la mobilità a quattro e due ruote. Suzuki promuoverà l'iniziativa “Rally Italia Talent”, il talent promosso da ACI Sport che dal 2014 ricerca nuovi talenti del rallismo italiano, iniziando la formazione dalla guida sicura prima che da quella sportiva con il patrocinio di FIA Action for Road Safety e della Scuola Federale ACI Sport. Ducati allestirà invece uno stand con esposizione sia di alcune moto che di accessori e abbigliamento di sicurezza perché oggi più che mai è importante insegnare ai ragazzi che sulle due ruote è fondamentale, oltre al comportamento corretto, anche l'utilizzo di protezioni adeguate.

Grande importanza avrà poi l'Area esterna B laddove, grazie alla collaborazione con i Centri di Guida Sicura ACI-SARA di Vallelunga e Lainate, esperti e qualificati coach della guida proporranno esercizi pratici come lo slalom e la frenata su asfalto bagnato, per sperimentare situazioni che si verificano sulle strade di tutti i giorni e imparare a gestirle nel migliore modo possibile.

Sempre nell'area esterna, tornerà anche l'Associazione Sportiva GBC Gianbenini per una dimostrazione di handbike con la collaborazione del campione italiano della disciplina paraolimpica Andrea Conti recentemente vincitore del Giro d'Italia Handbike 2019 che sarà in fiera giovedì 28 per la giornata d'apertura. Sabato, ultimo giorno di fiera, il tracciato esterno verrà utilizzato per i driving test dei ragazzi neopatentati delle autoscuole veronesi del circuito ACI Ready2Go che all'interno del loro progetto formativo hanno inclusa anche una sessione di guida sicura a Giovani in Strada. Al termine delle loro sessioni, gli istruttori ACI Ready2Go saranno quindi disponibili per esercizi di guida sicura con i visitatori della fiera.

«La prima edizione, nove anni fa, si tenne in una piazza e furono circa 350 gli studenti coinvolti – ha detto l’assessore Rando -. Il fatto che oggi, in fiera, siano attesi in 75 mila, rende bene l’idea di quanto questo progetto sia cresciuto negli anni, anche grazie alla collaborazione di istituzioni e realtà del territorio impegnate per promuovere la sicurezza stradale. I nostri giovani devono sapere cosa si rischia mettendosi alla guida con superficialità e quali possono essere le drammatiche conseguenze di chi non rispetta le regole della strada. Bene quindi queste iniziative, i giovani sono il nostro futuro, anche sulla strada».

«Siamo alla soglia dei primi dieci anni di Giovani in Strada e anche per questa nona edizione continua a crescere l'attenzione e l'interesse da parte della città e del mondo automotive più in generale - ha commentato Adriano Baso, presidente Automobile Club Verona -. Siamo partiti dal parcheggio del Palazzetto dello Sport e ora a Job&Orienta abbiamo l'occasione di coinvolgere migliaia di ragazzi, grazie ad un'importante sinergia con le Forze dell'Ordine della città, ma anche con il Comune di Verona, le sue partecipate e una lunga lista di partners con i quali si è instaurata una collaborazione molto proficua nel corso di tutti questi anni. L'offerta 2019 sarà molto intensa, coinvolgerà tanti interlocutori perché oggi le distrazioni alla guida sono sempre di più, e tutti noi automobilisti abbiamo il compito di accompagnare ed educare le giovani generazioni verso un utilizzo consapevole di ogni mezzo di trasporto. Penso al fenomeno dei monopattini elettrici di cui leggiamo ogni giorno che stanno rappresentando un problema soprattutto tra i giovanissimi. Non dobbiamo fare eccezioni, dobbiamo ricostruire quel senso civico che deve contraddistinguere il nostro comportamento sulle strade».

«Abbiamo cercato anche nell’edizione di quest’anno di trasmettere messaggi legati all’eco-sostenibilità e alla tutela ambientale agli adulti di domani - così Bruno Tacchella, presidente Amia -. Un settore, quello delle auto, particolarmente delicato ed importante sotto il punto di vista dei rifiuti ed il loro corretto conferimento e riutilizzo, con inevitabili ricadute sull’ambiente. Particolare attenzione quest’anno è stata dedicata presso il nostro stand allo smaltimento dei pneumatici fuori uso, considerati per le loro caratteristiche chimiche rifiuti tossici. Iniziative come queste hanno quindi l’obiettivo di sensibilizzare ed accrescere le conoscenze in materia di riciclo e recupero dei materiali, specialmente quelli nocivi».

Potrebbe Interessarti

Torna su
VeronaSera è in caricamento