Giornata mondiale dell'acqua, Viveracqua: «Investimenti oltre un miliardo in Veneto»

Oltre un miliardo di euro di investimenti, tra il 2014 e il 2019 per acquedotti, fognature e depurazione nella regione Veneto e in Friuli Venezia Giulia dalla società consortile

Acqua dal rubinetto - immagine d'archivio

"Custodi dell'Acqua", il titolo dell’importante convegno svoltosi oggi, venerdì 22 marzo, presso la sala buvette della Gran Guardia  con cui Acque Veronesi ha voluto celebrare l'edizione 2019 della Giornata Mondiale dell'Acqua. Un incontro divulgativo sul tema dell'acqua, risorsa fondamentale per l'equilibrio e la vita. Un bene primario che però non è ancora per tutti e sulla cui carenza per gli anni a venire l'Onu ha già lanciato più allarmi.

Tre sono stati i filoni portanti dell'evento: "water safety plan", i piani di sicurezza dell'acqua che i gestori idrici portano nelle case; "fuori dalla plastica", un percorso ambientale con al centro Acque Veronesi e il comune di Verona; e "smart plant", l'innovativo progetto europeo con un cuore tutto veronese che mira a recuperare materie prime dai depuratori urbani.  L'evento ha registrato la partecipazione di tutta la filiera del servizio idrico integrato, con in testa vertici e tecnici di Acque Veronesi, la società che gestisce il servizio idrico in 77 CVomuni della provincia scaligera. Tra i presenti il segretario generale di Ape (Aqua Publica Europea) Milo Fiasconaro, il segretario generale di Viveracqua Diego Macchiella, l'assessore all'ambiente del comune di Verona Ilaria SegalaClaudio Melotti, presidente di Ato Veronese, il presidente di Legambiente Veneto Luigi Lazzaro e il responsabile del dipartimento di Biotecnologie dell'Università di Verona David Bolzonella.  Il sottosegretario all'Ambiente Vannia Gava è intervenuta con un videomessaggio.

«Un momento particolarmente importante di studio e di sensibilizzazione sulla risorsa più importante del Pianeta. Come ogni anno anche Acque Veronesi è in prima fila per coinvolgere ed informare la collettività sull'importanza dell' "Oro Blu” e su tutto ciò che quotidianamente aziende come la nostra fanno per preservare e gestire al meglio questa fondamentale risorsa – ha detto il presidente di Acque VeronesiRoberto Mantovanelli – Una tavola rotonda che ha rappresentato, grazie alla partecipazione di esperti ed addetti ai lavori, un’occasione di  riflessione sull’uso consapevole delle risorse idriche e sulla cultura dell’acqua, patrimonio comune ed inalienabile delle generazioni presenti e future».

«L’acqua è un bene primario dell’umanità, la cui conservazione e corretto utilizzo dovrebbero rappresentare obbiettivi comuni a tutti – sottolinea l’assessore all'Ambiente Ilaria Segala –. Anche per questo, lo scorso novembre, sono state distribuite in Comune 500 borracce in alluminio a ciascun dipendente, da utilizzarsi al posto delle bottiglie di plastica, che inquinano e sono dannose anche per la salute. Obbiettivo del progetto, promuovere la riduzione dell'utilizzo di bottiglie di plastica, informando la collettività sui potenziali rischi e offrendo così una valida alternativa per un consumo ecosostenibile dell'acqua».

La società consortile tra i gestori del servizio idrico in Veneto "Viveracqua", della quale fanno parte anche Acque Veronesi e Ags, ha fatto sapere per l'occasione di aver svolto oltre un miliardo di euro di investimenti, tra il 2014 e il 2019 per acquedotti, fognature e depurazione: «Oltre un miliardo di euro di investimenti tra il 2014 e il 2019 per interventi già conclusi o da realizzare nei prossimi mesi. Basta questo dato per mostrare la misura dell’impegno dei 12 gestori di Viveracqua per offrire agli utenti servizi di qualità per acquedotto, fognature e depurazione. La Giornata Mondiale dell’Acqua, che si celebra ogni anno il 22 marzo, è un’ottima occasione per ricordare l’importanza del bene pubblico per eccellenza: in questo periodo si discute molto del modello migliore di gestione, poiché è in corso il dibattito sul progetto di riforma della legislazione nazionale. Viveracqua rappresenta un modello di riferimento: tutti i 12 gestori sono aziende pubbliche al 100%, con bilanci in ordine e gestioni efficienti in grado di offrire servizi di qualità». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una città intera in lutto: si è spento Roberto Puliero e Verona perde la sua voce

  • Sbanca a L'Eredità, dipendente comunale pensa ai colleghi in difficoltà

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 15 al 17 novembre 2019

  • Terremoto nella Bassa Veronese: registrate tre scosse ravvicinate

  • Il cordoglio della politica veronese per la scomparsa di Roberto Puliero voce della città

  • «Grassie», la poesia di Roberto Puliero per chi lo ha avuto in cura

Torna su
VeronaSera è in caricamento