Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

«Friday for Future» in centro storico: in 10 mila hanno protestato a Verona

È partito da piazza Brà il corteo, composto da studenti ma non solo, per sensibilizzare opinione pubblica e politica sulla delicata situazione relativa ai cambiamenti climatici che stanno sconvolgendo il pianeta

 

Ha preso il via anche a Verona la manifestazione «Friday for Future Verona», che ha portato in piazza circa 10 mila persone (hanno riferito dalla Questura di Verona), soprattutto studenti (ma non solo), che chiedono una maggiore attenzione da parte della politica verso i cambiamenti climatici e un maggiore rispetto per l'ambiente. 
Lo sciopero per il clima, ispirato dall'attivista 16enne Greta Thunberg, ha trovato una dimensione globale, che in Italia coinvolge circa 160 città italiane nella giornata del 27 settembre. 

«I GIOVANI SONO IL FUTURO: NOI PRENDEREMO IN MANO QUESTA SITUAZIONE»

«IL COMUNE PER L'AMBIENTE NON STA FACENDO NIENTE»

Il corteo, che ha superato le presenze della manifestazione che ha avuto luogo nel mese di marzo, si è radunato intorno alle 9 davanti a Palazzo Barbieri, dove ha fatto ritorno dopo aver portato la protesta nel centro storico cittadino, per una conferenza dal titolo «Emergenza climatica: cosa è stato fatto e cosa ancora c'è da fare a Verona», alla quale prenderanno parte alcuni esponenti del movimento «Friday for Future», della Rete degli studenti Medi e dell'Università di Verona. 
In piazza, dicevamo, sono scesi gli studenti (spronati anche dall'inivito del ministro Fioramonti) ma non solo, anche i "meno giovani" si sono uniti alla manifestazione, come i sindacati, che nei giorni scorsi avevano annunciato la loro adesione. Perché la battaglia per il clima riguarda tutti, non solamente i più giovani, e la prima risposta della politica è arrivata nei giorni scorsi, quando il ministro Costa ha annunciato che il Governo presenterà il decreto ambiente il 3 ottobre. Resta ora da vedere se le risposte resteranno sul piano teorico o se qualche concreto provvedimento verrà preso per provare a rimediare a questo enorme problema. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
VeronaSera è in caricamento