Banco Bpm finanzia con 38mila euro interventi in sei scuole veronesi

Per due di esse verrà acquistato materiale didattico tecnologico, le altre quattro saranno invece oggetto di interventi edilizi, piccoli ma significativi sotto il profilo della sicurezza

Da sinistra: il presidente del Banco Bpm Carlo Fratta, il sindaco di Verona Federico Sboarina e l'assessore ai lavori pubblici Luca Zanotto

La donazione è stata annunciata venerdì scorso, 13 dicembre, ma non giunge da Santa Lucia. Un importante finanziamento per le scuole di Verona è stato donato dal Banco Bpm. Sono 38mila euro che il Comune userà per diversi interventi nelle scuole dell'infanzia e primarie del territorio ed in particolare in quelle che si trovano nei quartieri. Infatti, sono sei le scuole che beneficeranno del contributo, tutte nei quartieri limitrofi al centro. Per due di esse verrà acquistato materiale didattico tecnologico, le altre quattro saranno invece oggetto di interventi edilizi, piccoli ma significativi sotto il profilo della sicurezza.

La filosofia del progetto è stata illustrata dal sindaco Federico Sboarina, insieme al presidente del Banco Bpm Carlo Fratta Pasini e all'assessore ai lavori pubblici Luca Zanotto.

Non potevamo ricevere dono più gradito - ha detto il sindaco - tanto più nel giorno dedicato ai bambini. Questo contributo è proprio per loro, per migliorare le loro scuole, renderle più sicure e dotarle di strumenti didattici all'avanguardia. Ringrazio il Banco Bpm e il suo presidente per la sensibilità e la disponibilità dimostrata, che testimonia il legame tra l'ente e il territorio e la capacità di rinnovarsi in base alle esigenze della società. Questa collaborazione trova la sua genesi poco più di un anno fa durante una chiacchierata con un dirigente della banca mentre portavamo i bimbi nella stessa scuola. Da lì, in poche settimane, siamo riusciti a sederci attorno allo stesso tavolo, condividere gli obiettivi del progetto e scegliere a quali scuole destinare il finanziamento. Un esempio di grande efficienza e serietà.

«Un'iniziativa che ci fa particolarmente piacere perché è frutto di sensibilità vecchie e nuove - ha detto Fratta Pasini - un po' come la nostra banca, che è figlia della tradizione della Banca Mutua Popolare e di tutti gli eventi che l'hanno portata ad unirsi ad altre banche per continuare a svolgere un ruolo significativo, tra i primi nel sistema bancario nazionale attuale. In un Paese sempre più di vecchi, il rischio è quello di dimenticarsi dei giovani. Ecco perché la nostra attenzione va verso i giovani e le famiglie e nello stesso tempo ai quartieri meno centrali, per recuperare quel dinamismo che ha fatto grande il nostro nord est e che deve tornare ad animare tutte le periferie, per dare a tutti i giovani le stesse opportunità di crescita e competitività».

Nel dettaglio dei lavori già programmati è entrato l'assessore Zanotto: «Una somma importante, che ci permette di realizzare piccole opere in alcune scuole, non di carattere urgente ma che alzeranno il livello di sicurezza e di comfort di classi, saloni e palestre. Inoltre possiamo dotare due scuole degli strumenti tecnologici richiesti dalla nuova didattica. Con gli uffici del Banco Bpm c'è stata subito sintonia di intenti, ciò ha permesso di concludere tutti i passaggi in pochissimo tempo, a vantaggio dei bambini che frequentano le scuole e delle loro famiglie».

Le scuole inserite nel progetto sono: scuole dell’infanzia di Avesa, Borgo Roma e Montorio, scuole primarie alle Golosine, Borgo Nuovo e San Massimo.
Questi i lavori che verranno effettuati, per una spesa complessiva di 38 mila euro: alla scuola dell'infanzia di Avesa saranno sistemate le recinzioni abbattute; alla scuola dell'infanzia Benedetti in Borgo Roma verranno sistemate le tapparelle elettriche, alla primaria Dall'Oca Bianca di Borgo Nuovo si sistemerà il pavimento della palestra, la scuola primaria alla Golosine sarà dotata di tre nuove lavagne interattive multimediali e la scuola dell'infanzia di Montorio avrà due tavoli luminosi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Artigiano muore folgorato in strada mentre lavora: inutili i soccorsi del 118

  • Arriva il maltempo in Veneto, pioggia e neve: "Stato di attenzione" della protezione civile

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 17 al 19 gennaio 2020

  • Trovano un vero arsenale nella sua casa: 42enne finisce in manette

  • Operaio morto sul lavoro a Legnago, assolto rappresentante dell'azienda

  • Tocca con la motosega i cavi dell'alta tensione: non c'è stato scampo per il 46enne

Torna su
VeronaSera è in caricamento