Ex cappellano del Magalini accusato di violenze sessuali da Le Iene

È padre Valentino Weldemariam, religioso di origine eritrea, ora sospeso dal suo ruolo di cappellano nell'ospedale di Gorizia. Ad inchiodarlo ci sarebbe un video della vittima

Fermo immagine del video de Le Iene con Frate Valentino e Nina Palmieri

La storia è stata raccontata mercoledì scorso, 17 ottobre, dal programma televisivo di Italia 1 Le Iene. Se ne è occupata Nina Palmieri, la quale ha raccolto la testimonianza di Lucia, una donna che ha dichiarato di aver subito violenze sessuali da un frate, padre Valentino Weldemariam. Quest'ultimo è un volto noto nel veronese; infatti, in passato è stato cappellano dell'ospedale Magalini a Villafranca.

Frate Valentino, religioso di origine eritrea, era stato trasferito da Villanfranca nel 2009 e da allora non si è più visto, ma in molti mercoledì lo hanno riconosciuto in televisione. Si era integrato molto bene nella comunità villafranchese ed è sembrato dunque incredibile che potesse essere anche solo accusato di violenza sessuale. La vittima, Lucia, oltre alla sua storia, ha fornito a Le Iene anche un video in cui si vede padre Valentino stringere la donna e strusciarsi su di lei.

Lucia si era rivolta a padre Valentino perché era rimasta sola, con tre figli, e con un solo lavoro non riusciva ad andare avanti. Cercava un secondo impiego, per arrotondare, e le era stato consigliato di rivolgersi al frate, il quale era cappellano all'ospedale di Gorizia e collaboratore della Caritas locale. Dal racconto di Lucia, si apprende che l'uomo l'avrebbe molestata per tre volte, sempre attirandola in sagrestia con la scusa di aiutarla e di farle conoscere qualcuno che le avrebbe dato un lavoro. Nel terzo incontro però la donna è riuscita a filmare tutto, perché temeva di non essere creduta e perché sperava nell'aiuto del frate.

Proprio con il video di Lucia, Nina Palmieri è andata a parlare con padre Valentino, il quale ha prima negato tutto e poi è scappato dalle telecamere del programma di Italia 1. Una fuga che però non lo ha salvato dal giudizio dell'arcidiocesi che per il momento lo ha sospeso.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il panettone più buono secondo Iginio Massari? Lo produce un pasticciere veronese

  • Incidente mortale a Verona: auto contro un muro, perde la vita un 47enne di Cerea

  • Tocca il cordolo in moto, cade e muore: la stanchezza la possibile causa

  • L'auto finisce contro un muro: muore padre di due bambine nell'incidente a Ca' di David

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 13 al 15 settembre 2019

  • Incidente a Sant'Ambrogio di Valpolicella: muore motociclista dopo la caduta

Torna su
VeronaSera è in caricamento