Donazzan e il test antidroga sugli studenti, Gracis: «Comincino i politici»

Il direttore della rivista Dolce Vita lancia un appello all'assessore regionale all’Istruzione: «Mostriamo che le nostre istituzioni sono libere dalle temute sostanze stupefacenti che obnubilano la mente dei giovani»

Immagine generica

«Si sottopongano al test per i primi i politici». È Matteo Gracis, direttore della rivista Dolce Vita, la principale testata italiana dedicata al mondo della cannabis, a rispondere ad Elena Donazzan, assessore regionale all’Istruzione, che in settimana aveva rilanciato la proposta di somministrare a sorpresa il test antidroga agli studenti delle scuole superiori. 
Donazzan, che già in precedenza aveva avanzato questa ipotesi, è tornata alla carica dopo un'indagine svolta tra gli alunni veronesi di età compresa tra i 13 e i 19 anni, il 18% dei quali ha ammesso di fare uso di sostanze stupefacenti. 

«Il mio appello all’assessore Donazzan è il seguente - ha detto Gracis -: invece che accanirsi sui giovani e l’utilizzo di sostanze sulle quali non sono stati minimamente educati, partiamo dai nostri politici. Proprio tutti, a livello comunale, regionale e nazionale. Mostriamo che le nostre istituzioni sono libere dalle temute sostanze stupefacenti che obnubilano la mente dei giovani, perché se è importante trasmettere dei valori alle nuove generazioni, è fondamentale partire da chi ci rappresenta, per mostrare che chi prende decisioni in nome del popolo e delle comunità che lo costituiscono, è in grado di dare il buon esempio».

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Matteo Gracis.. è meglio se fai tu il test per primo per dire queste scemenze!!!tu forse non immagini cosa gira per le scuole e sui bus o in stazione per 5 euro.... Parli per far prendere aria alla bocca... Per 5 euro ti rovinano il figlio con le sostanze che girano al giorno d'oggi.... E in automatico ti si rovina la vita anche a te come genitore di quel figlio..... Ci vogliono Più controlli per strada sui bus e a scuola.... E quando li colgono sul fatto con certe sostanze allora un paio di mesi dentro non gli farebbero male..

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Da una lite familiare spuntano 85 mila euro, droga e orologi: un arresto

  • Attualità

    Protesta social contro il Congresso delle Famiglie, #manonellamano

  • Cronaca

    Trovato a vendere cocaina, viene arrestato e si giustifica: «Sono senza lavoro»

  • Cronaca

    Bussolengo: perseguita e minaccia l'ex socio in affari, 63enne arrestato

I più letti della settimana

  • San Giovanni Ilarione, motociclista esce di strada in via Fusa e perde la vita

  • La rapina dell'auto finisce in trageda: resiste ai banditi, viene investita e muore

  • Atterraggio di emergenza a Londra per un Airbus decollato da Verona

  • Minacce di morte e un'auto bruciata a Vigasio: 5 arresti dei carabinieri per tentata estorsione

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 15 al 17 marzo 2019

  • Verona fortunata al SuperEnalotto: giocata una schedina da 40 mila euro

Torna su
VeronaSera è in caricamento