Di Maio brinda alla montagna veneta con un Amarone Classico della Valpolicella

La sera del 3 gennaio 2019 il Vicepresidente Di Maio ha brindato alla montagna Veneta con un Amarone Tenuta Santa Maria Valverde che ha sede a Marano di Valpolicella 

La foto del vicepremier Luigi Di Maio con la bottiglia di Amarone Classico della Valpolicella

Il Vicepresidente del Consiglio Luigi Di Maio, in vacanza ad Alleghe, dopo l’incontro con i sindaci dei Comuni dell’Agordino danneggiati dall’alluvione di ottobre scorso, ha postato sul suo profilo Istagram una foto in cui mostra un momento di condivisione con gli amici e con i prodotti di eccellenza di altura Veneti: Birra Dolomiti e Amarone Classico DOCG della Valpolicella di Tenuta Santa Maria Valverde che ha sede nel Veronese a Marano di Valpolicella. Di Maio ha voluto sottolineare l’importanza di sostenere il territorio anche turisticamente sottolineando anche con le parole del suo post come i Veneti siano «persone sono straordinarie: dopo l'alluvione non hanno mai mollato». 

«Voglio dire a tutti gli italiani che questa zona si è rialzata e ribadisco l’invito a venire in vacanza in queste zone che sono state colpite da eventi alluvionali a fine ottobre. - ha detto Di Maio - La mia presenza qui è un segnale che questa è una zona che ha avuto la forza di ripartire come testimoniano le presenze turistiche nelle strutture ricettive e sulle piste durante le festività. Voglio ringraziare questo territorio che ha reagito con i suoi cittadini, i volontari, le istituzioni e gli imprenditori dimostrando un grande spirito di iniziativa».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tenuta Santa Maria Valverde, micro azienda sita nell’Alta Valpolicella Classica, porta avanti da tre anni un progetto di valorizzazione dei prodotti di altura nelle zone montane Venete, prima di tutte Cortina, ma anche tutta la zona del Comelico e dell’Agordino. «È stato un grande pregio - fanno sapere dall'azienda veronese - essere stati citati, con l'Amarone Classico Riserva 2011 DOCG prodotto a 500 m.s.l., tra i produttori di eccellenza veneti a sostegno della zona montana. Produciamo circa 10.000 bottiglie all’anno di Valpolicella Classico Superiore, Ripasso e Amarone della Valpolicella seguendo un progetto di parcellizzazione dei vigneti. L’obiettivo è produrre rossi profondamente ancorati al territorio e un Amarone di eccellenza unico e irripetibile per ogni annata». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma familiare a Bardolino: «Vado al porto per farla finita», il biglietto trovato dal figlio 

  • Provincia baciata dalla fortuna al SuperEnalotto: vinti oltre 40 mila euro

  • «Alleanza contro Covid-19», i primi frutti delle ricerche fatte a Verona

  • Gardaland annuncia la data della riapertura ufficiale: attrazioni all'aperto tutte disponibili

  • La «protesta silente» che rischia di passare sotto silenzio andata in scena anche a Verona

  • Fatture false per evadere l'Iva, sequestri per 74 milioni ad azienda veronese

Torna su
VeronaSera è in caricamento