Accordo con Croce Verde, potenziato per l'estate il servizio in Lessinia

Normalmente Croce Verde garantisce l'ambulanza tutte le notti e nei fine settimana. Grazie a questa intesa, la disponibilità dei soccorritori sarà assicurata anche in orario diurno, dalle 8 alle 20

È stato siglato l’accordo tra Croce Verde Verona e i sindaci dei Comuni di Cerro Veronese, Bosco Chiesanuova, Erbezzo, Roverè e Velo Veronese che prevede dal 16 luglio al 31 agosto il potenziamento del servizio di ambulanza per far fronte all'aumento della popolazione turistica presente e soggiornante nel periodo estivo in Lessinia.

Normalmente il servizio è garantito tutte le notti e nei fine settimana dai volontari della sezione di Croce Verde che ha sede a Cerro. Grazie a questa sinergia tra l’ente di pubblica assistenza e le locali amministrazioni, la disponibilità dei soccorritori sarà assicurata anche in orario diurno, dalle 8 alle 20.

È l'undicesimo anno di questa iniziativa che nasce proprio per rispondere alla mission del nostro benemerito ente: portare il soccorso in tutta Verona e raggiungere anche la provincia - ha spiegato Geremy Redi, consigliere di amministrazione di Croce Verde Verona - La necessità del servizio è supportata dai numeri: l'estate scorsa sono stati 45 gli interventi che hanno visto impegnati i nostri soccorritori, da traumi distorsivi occorsi agli escursionisti, a malori più o meno gravi che hanno colpito soprattutto anziani che trascorrono l'estate sui Monti Lessini per godere delle temperature più fresche rispetto alla città.

"L'accordo - prosegue il responsabile della sezione croceverdina Flavio Dal Corso - consolida il forte legame che unisce la Croce Verde al territorio scaligero. È una collaborazione che ci vede protagonisti di un importante servizio a beneficio della comunità che garantiamo dal 1984 con mezzi di soccorso che partivano un tempo da Bosco Chiesanuova, la prima sede di Croce Verde nata in provincia, e oggi dalla sede di Cerro, dove siamo ospiti del Comune nei locali delle scuole medie".

Sono 80 i volontari che a turno garantiscono l'operatività dell'ambulanza tutte le sere e nei weekend, festività comprese. "Impegno che si aggiunge ai numerosi servizi svolti in occasione di sagre, eventi sportivi e manifestazioni - conclude Dal Corso - Una generosità che è stata ripagata: la raccolta fondi per l'acquisto di una nuova ambulanza è stata accolta con entusiasmo da cittadini e aziende che, in breve tempo, hanno reso possibile l'acquisto di un mezzo che contiamo sarà consegnato a breve».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Conclude Nadia Maschi, sindaco di Cerro: "Offrire un servizio sanitario per le urgenze e le emergenze mediche, con la presenza di un’ambulanza 24 ore al giorno, è segno di un impegno concreto da parte di noi sindaci a favore di quanti desiderano soggiornare nel nostro territorio in tutta tranquillità. Ci auguriamo che questa sinergia possa proseguire a lungo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma familiare a Bardolino: «Vado al porto per farla finita», il biglietto trovato dal figlio 

  • Sotto le vigne della Valpolicella a Negrar emerge un vero tesoro archeologico

  • Tragico incidente tra scooter e autocarro: morta una donna di 43 anni

  • Indagine nazionale di sieroprevalenza al coronavirus: ecco i Comuni veronesi coinvolti

  • In vigore la nuova ordinanza di Zaia e per la prima volta si parla di sagre e discoteche

  • Via libera a circoli culturali, baite alpini e parchi divertimento: ma quando riapre Gardaland?

Torna su
VeronaSera è in caricamento