Giro di vite contro botti e petardi a tutela di persone e animali: multa da 200 euro

È stata approvata la proposta della consigliera della Lega Nord Laura Bocchi

botti di Capodanno sequestrati - immagine d'archivio

Vietato portare cani e gatti in luoghi e piazze dove si tengono spettacoli pirotecnici autorizzati. Così come far esplodere botti e petardi in presenza di persone ed animali e a meno di 500 metri da ricoveri, cliniche, ospedali, case di cura, scuole, condomini, centri abitati e strutture riservate agli animali d’affezione. Lo ha deciso giovedì sera il Consiglio comunale, approvando la proposta presentata dalla consigliera della Lega Nord Laura Bocchi, delegata alla Tutela degli animali.

Il documento, che modifica il Regolamento comunale di polizia urbana, introducendo anche una sanzione da 200 euro, è stato approvato con 23 voti favorevoli e 1 astenuto. L’obiettivo è quello di salvaguardare l’incolumità pubblica, la sicurezza urbana, la quiete delle persone ed evitare i rischi di incendio, così come i disagi degli animali domestici e selvatici. Sono comunque previste delle deroghe per particolari eventi, se autorizzati.

Auto comunali, nuovo regolamento

Approvato all’unanimità, con 26 voti favorevoli, il nuovo regolamento per le missioni e l’utilizzo delle autovetture comunali. Il documento, che è un adeguamento normativo, disciplina i rimborsi per le spese di viaggio effettivamente sostenute dagli amministratori pubblici, in ragione del loro mandato, favorendo l’utilizzo dei mezzi pubblici rispetto a quelli privati. Inoltre regolamenta l’uso delle auto comunali di rappresentanza. Accolti dall’assessore al Patrimonio Edi Maria Neri un emendamento e un ordine del giorno presentati dal M5S, per viaggi in seconda classe o in economy e per la valutazione di un servizio digitale per le richieste di rimborso.

No alla plastica monouso, proposta respinta

È stata invece respinta, con 21 voti contrari e 7 favorevoli, la mozione presentata dal capogruppo del M5S Marta Vanzetto che chiedeva a sindaco e giunta di proibire completamente la plastica monouso negli uffici comunali, comprese le sale conferenza e i centri civici, e di intraprendere un percorso di sensibilizzazione per i dipendenti comunali e i ragazzi nelle scuole.

Riqulificare l’ex area di servizio Porta Trento-San Giorgio

Approvata, con 21 voti a favore, 3 contrari e 1 astenuto, la mozione a firma dei consiglieri di Battiti per Verona Paola Bressan e Matteo De Marzi, che impegna sindaco e giunta a valutare la fattibilità della riqualificazione dell’ex area di servizio vicino Porta Trento-San Giorgio, la cui realizzazione consentirebbe di accogliere turisti e veronesi in un luogo sicuro e accogliente, incrementando l’offerta artistico-culturale di Verona. Approvato l’ordine del giorno collegato, presentato dal consigliere della Lega Nord Anna Grassi, per la salvaguardia dell’albero storico situato in quell’area e la valutazione di un’idonea soluzione per la sosta dei mezzi turistici e la viabilità.

Strade di collegamento durante i Mobility Day

All’unanimità, con 21 voti favorevoli, approvato anche l’ordine del giorno dei consiglieri Tommaso Ferrari, di Verona Civica, e Stefano Vallani, del Pd, per individuare durante i Mobility Day strade di collegamento tra quartieri e città da dedicare all’uso esclusivo di ciclisti e pedoni, favorendo così la mobilità sostenibile.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Attualità

    Divieti di sosta e transito per la Gensan Romeo&Giulietta Half Marathon

  • Attualità

    Foibe, l'evento dell'Anpi si è tenuto e per la Kersevan si cerca nuova sede

  • Cronaca

    Amadou Càmara, storia di una morte indifferente nella città dell'amore

  • WeekEnd

    Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 15 al 17 febbraio 2019

I più letti della settimana

  • "Adrian", spettacolo sospeso e polemiche. Casali: «Un fallimento, restituite il Camploy»

  • Tamponamento sull'A22 vicino a Rovereto, muore manager veronese

  • Dopo la condanna e la diffida, Lyoness si difende a annuncia un ricorso

  • Truffa dello specchietto. La Polizia Municipale mette in guardia i veronesi

  • Tra il lago di Garda e il Mincio, partono le ricerche del corpo di Brenda

  • Bovolone, anziana mette soldi e ori in frigo e un finto tecnico li porta via

Torna su
VeronaSera è in caricamento