Collettore del Garda, il Parlamento chiede che il progetto vada avanti

Approvata una mozione nella Camera dei Deputati che impegna il governo ad «adottare iniziative ai fini della realizzazione quanto prima di un nuovo ed efficiente sistema di depurazione per tutti i comuni gardesani»

Lago di Garda (Foto di repertorio)

Esprimo grande soddisfazione per l'approvazione di una mozione da parte della Camera dei Deputati riguardante l'annoso problema del depuratore gardesano.

Parole del deputato veronese della Lega Paolo Paternoster dopo il voto di ieri, 14 novembre, in cui il Parlamento ha voluto mandare un messaggio chiaro al governo: «Serve quanto prima una accelerazione per far sì che il progetto di realizzazione del nuovo depuratore del Lago di Garda vada avanti senza ulteriori ritardi - ha spiegato Paternoster - Non è più tollerabile disporre di un impianto per molti versi vetusto, non molto affidabile, non più rispondente alle esigenze dei comuni e dei cittadini gardesani e pieno di problematiche che da troppo tempo sono poste all'attenzione dell'opinione pubblica».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La mozione approvata ieri impegna il governo ad «adottare iniziative per quanto di competenza e di intesa con gli enti locali ai fini della realizzazione quanto prima di un nuovo ed efficiente sistema di depurazione per tutti i comuni gardesani». Con questo documento si cerca di sbloccare la realizzazione di un'opera che sulla sponda veronese procede senza particolari intoppi, mentre sul lato bresciano è ancora ferma. Non c'è ancora sintonia, infatti, sulla depurazione. Al momento, la maggior parte dei comuni bresciani si appoggiano al depuratore di Peschiera, ma ciò non renderebbe il nuovo collettore bresciano indipendente da quello veronese. Servirebbe due un depuratore per i comuni bresciani sul Garda, ma non c'è accordo sul dove realizzarlo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come si è sviluppato il nuovo focolaio in Veneto che tocca da vicino anche Verona?

  • Nuovo focolaio di Covid-19 nel Vicentino, al confine con Verona e Padova

  • Maltempo atteso a Verona: il Comune invita i cittadini a limitare gli spostamenti

  • Spende 9 mila euro per un depuratore per la casa: «Non serve, l'acqua è già potabile»

  • Inganna parroco della Lessinia per ricattarlo, coppia di 20enni arrestata

  • Coronavirus: tre i nuovi casi positivi in Veneto e due i morti, un decesso è a Verona

Torna su
VeronaSera è in caricamento