Collettore del Garda, avanti tutta. Ags incontra i parlamentari veronesi

Il presidente di Azienda Gardesana Servizi: «Abbiamo illustrato il progetto definitivo con l'obiettivo di fare squadra, lavorare insieme, ridurre i tempi e difendere i finanziamenti»

L'incontro tra i vertici di Ags e i parlamentari veronesi per il collettore del Garda

Sarà reso pubblico mercoledì prossimo, 7 agosto, ma il progetto definitivo del nuovo collettore del Garda è stato già illustrato in anteprima ai parlamentari veronesi ed ad alcuni amministratori locali dai vertici di Ags (Azienda Gardesana Servizi). Il presidente Angelo Cresco e il direttore generale Carlo Alberto Voi hanno mostrato il progetto al senatore Massimo Ferro e agli onorevoli Davide Bendinelli, Vito Comencini, Gianni Dal Moro, Paolo Paternoster, Alessia Rotta, Vania Valbusa e Diego Zardini, mentre l'onorevole Francesca Businarolo ha delegato il consigliere regionale Manuel Brusco. Per le amministrazioni, erano presenti sindaci o rappresentanti dei comuni di Bardolino, Castelnuovo del Garda, Costermano, Garda, Lazise, Malcesine, Peschiera e Valeggio sul Mincio. Erano presenti inoltre il direttore di Ato Veronese Luciano Franchini, il presidente di Ats Giovanni Peretti ed il vicesegretario provinciale del Partito Democratico Giacomo Tomezzoli.

collettore-incontro-ags-parlamentari-2

Abbiamo voluto questo incontro - ha detto il presidente Cresco - per confermare a tutti i rappresentanti istituzionali, come abbiamo sempre fatto sino ad ora, la nostra disponibilità incondizionata a fornire ogni elemento che possa essere ritenuto utile ad eliminare possibili dubbi o fraintendimenti sul progetto definitivo. L'obiettivo era quello di illustrare a tutti i parlamentari veronesi il progetto, per fare squadra, lavorare insieme, ridurre i tempi e difendere i finanziamenti. Gli interventi dei deputati ci hanno spinto ad andare avanti sulla linea tracciata. In più ci sono stati tutti i sindaci che hanno presentato un documento unitario per chiedere sostegno al progetto. Appena terminato l'iter amministrativo, il nostro impegno è quello di coinvolgere tutte le amministrazioni comunali, i rappresentanti economico-sociali del territorio e i cittadini per presentarlo pubblicamente.

«Abbiamo illustrato un progetto - ha detto Voi - già condiviso in questi giorni con le amministrazione comunali. Abbiamo confermato le linee guida per dimostrare che l'intervento che andremo a realizzare ricalca l'impostazione del progetto preliminare, con tutti gli approfondimenti tecnici che un simile progetto richiede. Non appena lo avremo approvato come consiglio di amministrazione di Ags, e dopo l'avvallo di tutte le amministrazione interessate, potremo presentarlo nelle diverse assemblee pubbliche che organizzeremo».

Per quanto riguarda le tempistiche, il direttore di Ato Veronese Luciano Franchini ha chiarito i prossimi passi: «Il progetto è arrivato a livello definitivo. Nei prossimi giorni verrà inviato a noi e poi avvieremo l'iter per l'approvazione finale. La circolazione delle informazioni nel modo più corretto possibile è garanzia di successo: è indispensabile che un progetto così importante sia condiviso per evitare incomprensioni. Il procedimento amministrativo è determinato dalla legge. Serviranno 90 giorni per attendere i pareri degli enti preposti, anche se speriamo di poter contenere i tempi. Il mese di settembre sarà importante per condividere con tutti i portatori di interesse i contenuti tecnici del progetto».

collettore-ags-incontro-parlamentari-2

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il panettone più buono secondo Iginio Massari? Lo produce un pasticciere veronese

  • Incidente mortale a Verona: auto contro un muro, perde la vita un 47enne di Cerea

  • Tocca il cordolo in moto, cade e muore: la stanchezza la possibile causa

  • L'auto finisce contro un muro: muore padre di due bambine nell'incidente a Ca' di David

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 13 al 15 settembre 2019

  • Incidente a Sant'Ambrogio di Valpolicella: muore motociclista dopo la caduta

Torna su
VeronaSera è in caricamento