Cattivi odori in paese: Ags, Italpollina e politici cercano una soluzione

«Noi chiediamo all’azienda di fare gli investimenti necessari per abbattere l’inquinamento e per togliere la puzza che quasi quotidianamente i cittadini devono sopportare», ha detto il presidente dell'Azienda Gardesana Servizi Angelo Cresco

Il tavolo di confronto che si è tenuto il 25 febbraio

Primo incontro ufficiale, lunedì 25 febbraio nella sede di Azienda Gardesana Servizi, tra i vertici e i tecnici di Ags, i sindaci e i parlamentari veronesi, per affrontare il problema dei cattivi odori emanati dall’impianto di Italpollina che ha sede a Rivoli Veronese.
All’incontro erano presenti il presidente di Ags Angelo Cresco, gli onorevoli Francesca Businarolo, Vania Valbusa e Diego Zardini, i sindaci di Costermano Stefano Passarini e di Rivoli Armando Luchesa. Presenti anche i rappresentanti dei Comuni di Caprino, Garda e Affi.

«Abbiamo deciso di lavorare insieme – ha detto il presidente Cresco – per dare una risposta a questioni ormai non più differibili. Noi chiediamo all’azienda di fare gli investimenti necessari per abbattere l’inquinamento e per togliere la puzza che quasi quotidianamente i cittadini devono sopportare. La nostra disponibilità, come Ags e come sindaci, c’è e c’è sempre stata. Chiediamo all’azienda di fare altrettanto la propria parte e di rispondere alle nostre richieste. Lavoreremo insieme con i parlamentari veronesi, con la Provincia e con l’Arpav perché riteniamo che il problema vada risolto. Non possiamo più accettare questa condizione per i nostri cittadini ne’ i possibili danni per l’economia del nostro territorio».

D’accordo con la linea dettata dal tavolo, i tre parlamentari veronesi: «Siamo pronti a lavorare fattivamente per trovare una soluzione nel più breve tempo possibile. Valuteranno tutte le strade percorribili proponendo anche un tavolo di confronto con Confindustria e le aziende del comparto e del ciclo produttivo, senza tralasciare eventuali azioni in sede parlamentare».

I prossimi passi per affrontare il problema prevedono la riunione della Conferenza dei Servizi mercoledì 27 febbraio 2019 in Provincia con tutti gli enti interessati, cioè Comuni, Arpav, Provincia, Ulss e Ags. Mentre giovedì incontro con lo staff tecnico dell’azienda per comprendere quali sono le misure messe in campo per arrivare, in tempi stretti, a risolvere il problema dei cattivi odori e dell’inquinamento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va allo Spi per un controllo: 70enne scopre che l'inps gli deve quasi 37 mila euro

  • Auto con tre giovani a bordo finisce fuori strada e contro un albero: tutti morti sul colpo

  • Due nuove destinazioni dall'aeroporto Catullo di Verona per chi vola con easyJet

  • Luca, Francesca e Chiara: i tre giovani morti nell'incidente di Bonavigo

  • Illasi, non digerisce un commento negativo della suocera e l'accoltella

  • Protagonista del servizio di "Striscia la Notizia", aggredito e derubato in città

Torna su
VeronaSera è in caricamento