Caseus Veneti premia le eccellenze casearie regionali: cinque medaglie d'oro a Verona

"Un comparto che porta il Veneto nel mondo – ha detto Zaia, presidente del Veneto, al taglio del nastro della rassegna – a questi produttori dobbiamo dire grazie per l'impegno, le tante ore di lavoro e l'attenzione con cui producono le eccellenze casearie oggi in mostra"

Sono 46 i caseifici premiati a Caseus Veneti 2018, di cui 15 vicentini, 3 bellunesi, 5 veronesi, 21 trevigiani, 1 veneziano e 1 padovano. 38 in tutto le categorie che individuano stagionature, lavorazioni, tipi di latte e denominazioni. Trionfano le tradizioni, la qualità e l'antico mestiere del casaro ma trionfa anche un settore che avanza coraggiosamente non senza difficoltà. È il comparto lattiero-caseario veneto che, con le unghie con i denti, difende una produzione fatta di grandi eccellenze e di piccoli caseifici, di cooperative ma anche di malghe e fattorie.

«Un comparto che porta il Veneto nel mondo – ha sottolineato Luca Zaia, presidente di Regione Veneto, al taglio del nastro che ha inaugurato la rassegna – a questi produttori dobbiamo dire grazie per l'impegno, le tante ore di lavoro e l'attenzione con cui producono le eccellenze casearie oggi in mostra. A loro deve andare il riconoscimento di tutti noi».

Un comparto che Caseus Veneti premia da 14 edizioni, promuovendo, al tempo stesso, l'infinita varietà e qualità dei prodotti caseari della regione:  ben 415 i formaggi iscritti quest'anno, 12 in più del 2017, in una manifestazione che mette in mostra fasi produttive, degustazioni ed abbinamenti per tutti i gusti.

«La cerimonia di premiazione – commenta Terenzio Borga, presidente Aprolav – mette in luce quante fattorie, quante categorie, e quanti prodotti ci siano. Solo in Italia e, in particolare, nel Veneto, il consumatore ha una scelta così vasta e di grande qualità, grazie anche ai disciplinari di produzione che impongono regole ferree a garanzia della sicurezza alimentare. Per tutti questi motivi è nato Caseus Veneti, per premiare chi, ogni giorno, anche nelle feste comandate, lavora con passione, nella convinzione che i formaggi apportino un valore altissimo a tutto il territorio».

«Circa l'85% della produzione di latte veneto si trasforma in formaggi DOP – ha evidenziato l'Assessore regionale all'Agricoltura Giuseppe Pan – un dato che racconta più degli altri la grande sicurezza dei nostri prodotti. Un settore, il lattiero caseario veneto, che può esprimere ancora grandi potenzialità, anche attraverso la promozione».

Non a caso l'evento da qualche anno trova anche il supporto Consorzi vitivinicoli come Asolo Montello DOCG e Prosecco DOC, le cui produzioni più rinomate accompagnano le degustazioni della manifestazione. Grande successo anche per i caseifici veronesi, che hanno confermato la vocazione del territorio per le produzioni di qualità. E dopo le premiazioni, Caseus Veneti è divenuta la festa della famiglie, che si rinnova  coinvolgendo anche altre zone di produzione come quelle istriane.

Tutti i formaggi veronesi premiati:

  • Monte Veronese DOP - latte intero (25/45 giorni) - Caseificio Artigiano Gugole Dario Di Gugole Antonella
  • Monte Veronese DOP - d'allevo (6 mesi) - Casearia Albi Snc
  • Monte Veronese DOP - d'allevo (oltre 12 mesi) - La Casara Roncolato Romano Srl
  • Formaggi aromatizzati (pepe-peperoncino) - Lessini S.R.L.
  • Formaggi di capra - coagulazione prevalentemente acida - Malga Faggioli 1140

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Omicidio a Verona: ammazza una 51enne e confessa due giorni dopo

  • Possibili rischi per la salute, ritirato formaggio prodotto a Cerea

  • A Verona la migliore escort dell'anno 2019: «Prima facevo l'aiuto cuoco»

  • Vivevano alle spalle della coppia e facevano prostituire la donna: arrestati

  • Ladri acrobati si arrampicano fino al quinto piano e svaligiano l'appartamento

  • Donna morta annegata nella Bassa veronese: recuperato il cadavere

Torna su
VeronaSera è in caricamento