Dalla Brianza a Catania in carrozzina, un viaggio che tocca il Veronese

Vuole compierlo Bruno Rupp, pensionato ebanista, che ha perso l'uso delle gambe a causa del diabete ma che non ha perso la voglia di viaggiare. Il suo tragitto toccherà Peschiera del Garda e la Valle del Mincio

Bruno Rupp (fonte foto: Facebook)

Peschiera Del Garda e la Valle del Mincio saranno alcune delle settanta tappe che il pensionato ebanista Bruno Rupp ha deciso di toccare in più o meno sessanta giorni. Un itinerario di milleduecento chilometri da percorrere a 69 anni e su una sedia a rotelle. Bruno Rupp ha infatti perso l'uso delle gambe a causa del diabete, ma non ha perso l'amore per i viaggi, come lui stesso ha dichiarato ad Eleonora Dragotto di MilanoToday.

Il viaggio pensato da Bruno Rupp si chiama «Trekking rotellando verso Sud» e lo porterà dalla Brianza a Catania in circa due mesi. L'impresa vuole essere la dimostrazione che gli unici limiti sono solo quelli imposti dalla mente. «Tutto il percorso è organizzato come se andassi a piedi - ha dichiarato Rupp - L'itinerario prevede tappe da 25 chilometri, quasi tutte su strade ciclo-pedonali. In ogni tappa farò sempre campeggio o chiederò ospitalità nel giardino di qualcuno per posizionare la mia brandina».

Bruno Rupp ha poi spiegato che alcuni amici lo stanno aiutando, sia ad elaborare una carrozzina elettrica per il viaggio sia nella creazione di un percorso preciso. Dietro alla carrozzina, porterà un grande zaino e un wc chimico. E oltre all'aiuto materiale degli amici, c'è anche l'aiuto economico di chi ha aderito alla raccolta fondi su Facebook attraverso cui Bruno Rupp cerca di finanziarsi un viaggio che vuole essere di ispirazione per altre persone con disabilità, persone che a causa dell'handicap perdono la voglia di vivere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va allo Spi per un controllo: 70enne scopre che l'inps gli deve quasi 37 mila euro

  • Auto con tre giovani a bordo finisce fuori strada e contro un albero: tutti morti sul colpo

  • Luca, Francesca e Chiara: i tre giovani morti nell'incidente di Bonavigo

  • Due nuove destinazioni dall'aeroporto Catullo di Verona per chi vola con easyJet

  • Ha un nome il corpo trovato in A4: tocca alla Polstrada risolvere il giallo

  • Autovelox e telelaser, le strade di Verona controllate dalla polizia locale

Torna su
VeronaSera è in caricamento