Prendete Philippe Daverio, Bacciga, l'Hellas e avrete un quadro come un campo da calcetto

L’artista Agron Hoti presenta in Gran Guardia a Verona una tela da 800 metri quadri

Agron Hoti - ph Facebook

Una tela d’autore di 800 metri quadri, esattamente come un campo da calcetto. Suddivisa in 800 pezzi unici da collezione venduti per beneficienza. Uno dei quali arriverà anche a Verona, per una tre giorni di sport, arte e solidarietà. Da domani a lunedì 14 ottobre, l’artista Agron Hoti sarà in Gran Guardia per un’iniziativa unica nel suo genere. Con lui, alcune delle sue opere e un frammento della grande tela realizzata durante l’evento nazionale "Notte dei Re" che si è tenuto a Roma. Il quadro sarà autografato anche da Philippe Daverio e dai giocatori dell’Hellas Verona e poi regalato ad Abeo. L’associazione, dopo l’inaugurazione di Villa Fantelli, ha in cantiere tanti altri progetti per i bambini oncologici.

Agron Hoti Andrea Bacciga Federico Sboarina Rando

La presentazione in Comune del progetto artistico

"EXXTRA", così si chiama la mostra scaligera che sarà aperta da domani a lunedì dalle 10 alle 20.30. Tutti potranno entrare gratuitamente e incontrare Agron Hoti che sarà disponibile per autografare 100 manifesti numerati con la riproduzione del frammento del quadro. Sarà possibile lasciare un’offerta libera: «Lo scopo – ha spiegato stamattina l’artista - è proprio quello di raccogliere più fondi possibili da devolvere all’associazione scaligera e ai loro bambini. Ho già in mente il prossimo obiettivo: realizzare un’opera grande come un campo da calcio vero e proprio, una tela da 7.600 metri quadri».

La mostra verrà inaugurata, domani pomeriggio alle ore 18.30, da Philippe Daverio, insieme alle autorità e a numerosi personaggi sportivi. Domenica 13 ottobre, alle 11, Agron Hoti incontrerà i bambini di Abeo. Lunedì 14 ottobre nel pomeriggio arriverà la squadra dell’Hellas Verona e alle ore 18.30 è previsto un aperitivo in musica con il dj Andrea Bragantini. Su un maxischermo un video racconterà come è nata ed è stata realizzata l’opera.

L’iniziativa è stata presentata questa mattina a Palazzo Barbieri dal sindaco Federico Sboarina, insieme all’assessore allo Sport Filippo Rando e al consigliere Andrea Bacciga, promotore dell’evento. Presente anche l’artista Agron Hoti e il vicepresidente di Abeo Alberto Bagnani.

«Un’iniziativa unica nel suo genere per la particolarità dell’opera – ha detto il sindaco Federico Sboarina -, ma anche perché unisce arte e sport con una finalità sociale. Ringrazio l’artista per la sua disponibilità, ci siamo conosciuti tanti anni fa e ho seguito il suo percorso, sono certo che farà parlare ancora molto di sé con le sue opere. Sono orgoglioso che i fondi raccolti vadano ad Abeo che, dopo Villa Fantelli, ha in cantiere tanti altri progetti».

«Agron Hoti ha messo a disposizione il suo talento per una giusta causa – ha spiegato l'assessore Rando -. Sono certo che i veronesi dimostreranno la loro generosità, partecipando numerosi alla tre giorni». «Quando ho saputo dell’evento di Roma – ha concluso il consigliere Bacciga – ero sicuro che potesse trovare anche a Verona l’interesse di tutti. Ancora una volta scendiamo in campo per sostenere il volontariato scaligero».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: l'Esu di Verona chiude «aule studio, ristoranti e zone pertinenti»

  • Incidente e incendio, un camion va a fuoco: traffico in tilt sulla tangenziale sud

  • Musicista torna in Molise da Verona: «Per il coronavirus, prevenzione bassa»

  • Cambia la viabilità di Verona per il Venerdì Gnocolar: ecco i provvedimenti

  • Lessinia e Valpantena, ci sono offerte di lavoro ma sono senza risposta

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 21 al 23 febbraio 2020

Torna su
VeronaSera è in caricamento