Le vette del cinema al Festival della Lessinia: un’edizione tra realtà e immaginazione

In attesa dei primi film, lunedì 13 agosto apre la biglietteria del Teatro Vittoria

Biglietteria del Teatro Vittoria a Bosco Chiesanuova

Realtà e immaginazione: sono le due coordinate entro le quali si muove la XXIV edizione del Film Festival della Lessinia. La rassegna cinematografica internazionale dedicata a vita, storia, tradizioni delle terre alte e lontane prende il via venerdì 24 agosto a Bosco Chiesanuova con dieci giorni di proiezioni e un interessante programma di eventi collaterali. In attesa delle prime visioni, lunedì 13 agosto al Teatro Vittoria, in piazza G. Marconi, apre la biglietteria del Festival. 

Quest’anno l’altitudine è la fantasia grazie all’omaggio tematico che vede tra le protagoniste del grande schermo le Montagne immaginarie. Tema che si declina nella sezione Retrospettiva: un viaggio tra opere cinematografiche e capolavori del cinema che accompagna il pubblico tra cime favolose e monti immaginari. A disegnare il profili di queste vette sono gli sguardi di diversi registi: da Leni Riefenstahl con la pellicola d’esordio La bella maledetta (Das blaue Licht) a Frank Capra di Orizzonte perduto (Lost Horizon); da Alejandro Jodorowsky con La montagna sacra (La montaña sagrada) a Hayao Miyazaki con Principessa Mononoke (Mononoke-hime); da Keisuke Kinoshita con La leggenda di Narayama (Narayama bushiko) a David Lynch con I segreti di Twin Peaks.

L’idea di altezze immaginarie e inesistenti si ritrova negli incontri letterari Parole Alte organizzati in collaborazione con l’Università di Verona. Tra gli ospiti attesi la scrittrice Elena Loewenthal, il linguista Andrea Moro, lo scrittore Stefano Salzani, lo speleologo Francesco Sauro. A Il Monte Analogo è dedicata la conferenza-concerto del musicista e compositore Michele Lobaccaro, fondatore dei Radiodervish, con canzoni originali liberamente ispirate al romanzo di René Daumal. 

Infine, spazio alla fantasia dei più piccoli nella mostra Le montagne immaginate dai bambini della Pinacoteca dell’Età Evolutiva “Aldo Cibaldi”: negli spazi della Sala Olimpica una galleria di disegni raccolti dagli anni Sessanta a oggi, in cui bimbi del mondo ritraggono la loro idea di terre alte. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Orari biglietteria, in piazza G. Marconi: dal 13 al 23 agosto, dal lunedì al venerdì, dalle ore 10.30 alle 12.30 (chiuso il 15 agosto); dal 24 agosto al 2 settembre, tutti i giorni dalle ore 9 alle 13 e dalle ore 14.30 alle 23. Prenotazioni posti (solo via email) a biglietteria@ffdl.it. Info: 045.7050789. Il programma completo del festival è consultabile sul sito www.ffdl.it.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma familiare a Bardolino: «Vado al porto per farla finita», il biglietto trovato dal figlio 

  • Sotto le vigne della Valpolicella a Negrar emerge un vero tesoro archeologico

  • Tragico incidente tra scooter e autocarro: morta una donna di 43 anni

  • Indagine nazionale di sieroprevalenza al coronavirus: ecco i Comuni veronesi coinvolti

  • Via libera a circoli culturali, baite alpini e parchi divertimento: ma quando riapre Gardaland?

  • «Alleanza contro Covid-19», i primi frutti delle ricerche fatte a Verona

Torna su
VeronaSera è in caricamento