Il piccolo Alessandro sbarca a Roma: la speranza è una terapia innovativa

I medici dell'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù lo sottoporranno ad un trattamento che prevede il trapianto di midollo da genitore attraverso la manipolazione delle cellule staminali

È arrivato a Roma Alessandro Maria Montresor, il piccolo nato a Londra da genitori italiani: Paolo Montresor, veronese, e Cristiana Console, napoletana. Fin dalla nascita il bambino è affetto da una grave patologia genetica, la linfoistiocitosi emafagocitica primaria, un difetto delle cellule del sistema immunitario incapace di gestire e respingere le infezioni.
Ad annunciare il suo arrivo nella Capitale è stata la Croce Rossa Italiana: "La nostra ambulanza arrivata poco fa dall'Aeroporto di Ciampino all'Ospedale Pediatrico Bambino Gesù con il piccolo Alex, il bimbo che lotta contro una malattia genetica rarissima e che stamattina è atterrato a Roma con i genitori da Londra".

I medici capitolini tenteranno di sottoporre il piccolo Alex ad una terapia innovativa che prevede il trapianto di midollo da genitore attraverso la manipolazione delle cellule staminali. Una tecnica innovativa di cui il professor Franco Locatelli è uno dei maggiori specialisti al mondo.
Per il trapianto di midollo ad Alex bisognerà comunque attendere settimane, il tempo necessario per l'esecuzione dei vari test preliminari e per il trattamento delle staminali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma familiare a Bardolino: «Vado al porto per farla finita», il biglietto trovato dal figlio 

  • Indagine nazionale di sieroprevalenza al coronavirus: ecco i Comuni veronesi coinvolti

  • «Alleanza contro Covid-19», i primi frutti delle ricerche fatte a Verona

  • Provincia baciata dalla fortuna al SuperEnalotto: vinti oltre 40 mila euro

  • Gardaland annuncia la data della riapertura ufficiale: attrazioni all'aperto tutte disponibili

  • La «protesta silente» che rischia di passare sotto silenzio andata in scena anche a Verona

Torna su
VeronaSera è in caricamento