Lupi, nuovo accordo per la gestione delle richieste di risarcimento in Lessinia

Il Parco della Lessinia si faccia carico dell'istruttoria di tutte le istanze pervenute dagli allevatori, anche per le predazioni avvenute fuori dall'area del parco, con la collaborazione della polizia provinciale

È stata presentata oggi, 28 maggio, la nuova convenzione tra la Provincia di Verona e la Comunità Montana della Lessinia sulla gestione delle procedure per il risarcimento dei danni subiti dagli allevatori a causa dei cosiddetti "grandi carnivori", in particolare lupi.

La Regione Veneto ha previsto da quest'anno che le richieste di intervento e le istanze di risarcimento vengano inoltrate all'ente nel cui territorio è avvenuta la predazione. Con il nuovo accordo, si prevede che il Parco della Lessinia si faccia carico dell'istruttoria di tutte le istanze pervenute dagli allevatori, anche per le predazioni avvenute fuori dall'area del parco. In questo modo gli allevatori potranno avere a disposizione una sede di riferimento più vicina. Ad occuparsi delle istruttorie sarà il personale amministrativo dell'ente, che ha già maturato notevole esperienza in merito.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La polizia provinciale, invece, che non ha personale amministrativo ma dispone di un numero maggiore di risorse con un'adeguata formazione, collaborerà nei sopralluoghi e nelle verifiche dei danni da predazione anche all'interno del territorio del parco, che oggi dispone di un solo guardia parco. Inoltre sempre la polizia provinciale metterà a disposizione il proprio numero verde per l'inoltro e lo smistamento delle richieste di intervento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Attaccata sotto la sedia, nascondeva una scatola con quasi mezzo chilo di coca

  • Coronavirus: Verona segna ancora il peggior aumento di casi positivi totali in Veneto

  • Ancora un dramma sulle strade: motociclista muore dopo lo scontro con un cervo

  • Movida in Erbe a Verona: immagini denuncia sui social (e le webcam registrano tutto)

  • Ricercato in tutta Europa, viene scoperto ed arrestato dai carabinieri di Legnago

  • Coronavirus a Verona: 25 nuovi casi e 4 decessi in poche ore, ma diminuiscono i "positivi"

Torna su
VeronaSera è in caricamento